Posts contrassegnato dai tag ‘politica’

Piove!

Pubblicato: novembre 30, 2010 in Politica, Satira, Società
Tag:, , , ,

...

Italia allo specchio

Pubblicato: ottobre 19, 2010 in Satira, Società
Tag:, , , , ,

...

TrivellaMenti

Pubblicato: ottobre 13, 2010 in Satira, Società
Tag:, , , , ,

SPQR

Pubblicato: settembre 28, 2010 in Politica, Satira
Tag:, , , , ,

...


...


A volte ho l’impressione che il dibattito politco italiano sia diventato come un incontro di wrestling. Non mi riferisco tanto alla spettacolarizzazione e nemmeno alla contrapposizione esasperata… a pensarci bene non mi riferisco neanche alla violenza gratuita a cui assistiamo negli incontri di questa particolare disciplina sportiva. La cosa che mi sembra accomunare di più il Wresting alla Politica è la sua prevedibilità e la consapevolezza che il risultato è già prestabilito a priori tra i contendenti. Negli Stati Uniti ne vanno matti… piccoli e grandi riempiono le arene per incitare i propri idoli… Non ho mai capito che gusto ci si prova, come si fa ad essere così coinvolti da qualcosa che è palesemente falso? Ecco più o meno mi sembra di assistere alle stesse modalità di rappresentazione quando vedo un dibattito poilitico… La politica che si è spostata nelle arene (i salotti televisivi) mi sembra che sia alquanto similare alla messa in scena che si realizza su questi ring. I tifosi (gli elettori) si lasciano coinvolgere nell’accapigliarsi spettacolare dei loro wrestelers preferiti (i politici)… si animano, si arrabbiano ben sapendo che l’esito dell’incontro è già stabilito. Giocano anche loro alla farsa. Forse sono solo io che vi vedo così dal fondo di un testicolo? Non posso mica pensare che consideriate tutto reale! Nel wrestling gli unici che credono all’inganno sono i bambini. Accompagnati dagli adulti, loro si che si lasciano trasportare dalla rissa pensando che i loro eroi lottino veramente, che la battaglia tra il bene e il male vedrà la sua rappresentazione su quel ring. Forse questa similitudine la vedo solo io e magari state lì a bocca aperta come dei bambini che credono di vedere qualcosa di reale anche quando vanno in scena i vostri rappresentanti politici, mentre in realtà è già tutto stabilito… fosse così non sarebbe tanto grave. Sareste solo ingenui. Penso però che la realtà sia ben più triste e cioè che anche voi vi siate accorti che lo spettacolo è una farsa e partecipiate comunque a questa grande recita.

Anche per questo nel frattempo noi non nasceremo!

Attila

“Il flagellato di Dio”